Francesco Bergamini

 

Francesco ha iniziato a studiare il violino all'età di 9 anni nella scuola della sua città e il pianoforte con il padre organista. Nel 2006 entra nella classe del M°Sergio Lamberto al "Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino" dove ha partecipato ad una masterclass sui 44 duetti di Bartòk con il M° Giacomo Agazzini. Durante i suoi studi a Torino, ha suonato in vari ensemble e orchestre sinfoniche come l’ "Ensemble Orchestrale Giovanile di Torino", l’ "Orchestra Sinfonica di Rivoli" e l'orchestra del Conservatorio in sale prestigiose come quelle del "Teatro Regio" e dell’ "Auditorium del Lingotto", lavorando con i direttori G. Ratti, C.M. Amadesi, M. Lamberto e D. Tabbia, col quale, su strumenti originali, ha lavorato all' esecuzione del "Combattimento di Tancredi e Clorinda" di Monteverdi. Ben presto ha iniziato ad appassionarsi sempre più alla prassi esecutiva della musica antica, partecipando a corsi estivi e corsi di perfezionamento con E. Casazza, C. Rousset, F. Fernández, L. Van Dael e altri. Dopo un anno di violino barocco presso il "Conservatorio S. Cecilia" di Roma con Enrico Gatti, entra nella sua classe presso il Conservatorio Reale dell'Aia (NL). Durante i suoi studi in Olanda, ha suonato sotto la direzione di personalità molto importanti nel mondo della musica antica, come Enrico Gatti, Ton Koopman, Peter Heyghen, Patrick Ayrton, Jaap ter Linden e molti altri. Ispirato dalle grandi possibilità del repertorio, Francesco si dedica principalmente allo studio ed esecuzione della musica italiana del XVII e XVIII secolo alla ricerca sempre di brani inediti o poco conosciuti. Dopo aver conseguito il diploma di I livello al Conservatorio dell' Aja, ha deciso di continuare a specializzarsi con un master al Conservatorio di Bruxelles, dove si è diplomato nel 2019 con Ryo Terakado.

 

Nel marzo 2012 ha fondato, insieme al clavicembalista italiano e amico Edoardo Valorz, l'ensemble "L' Arco Sonoro". Con questo gruppo ha presentato, tra gli altri, un programma incentrato sulla nascita della scuola violinistica piemontese, fondata dal violinista e compositore Giovanni Battista Somis, allievo di Corelli e maestro del famoso violinista francese Jean - Marie Leclair. Con il suo ensemble è apparso in numerosi festival in Europa come il Festival di Musica Antica di Brno (CZ), Musica Antica da Camera (NL), Suoni d'Organo (I) e altri. L'ensemble è stato invitato nel maggio 2014 per il suo primo tour in Corea. Tra le apparizioni più importanti, nel 2017 "L' Arco Sonoro" è stato invitato per la seconda volta al festival di musica antica "Itineraire Baroque" (F) su invito del direttore artistico Ton Koopman. Molto attivo come solista e camerista, si è esibito in duo con il padre in molte città italiane e, all'estero, a Chambery (F) e Alicante (E). Ha suonato in tutta Europa e inciso numerosi CD con molti gruppi orchestrali, tra cui il Gardellino (BE), l’ Amsterdam PRJCT, il Luthers Bach Ensemble, l’ Ensemble i Gemelli, l’ Amsterdam Corelli Collective (NL), l' Accademia del Santo Spirito, i Musici di S. Pelagia (IT).

Francesco suona un violino barocco di Pieter Rombouts, Amsterdam (1722) per il repertorio del '700 e una copia di un Alessandro Gagliano (1697) per il repertorio seicentesco. 

00:00 / 01:49